45 min

La tecnica TUINA è un massaggio praticato sia sui punti di agopuntura che lungo le linee dei meridiani nella direzione più utile alla risoluzione del disturbo presente.Si utilizzano manualità quali pressione, frizione, picchiettamento, spinta, scuotimento, ecc., per smuovere le energie del paziente e riportarle in equilibrio. Risulta molto utile ed efficace in numerosi disturbi (cervicalgia, emicrania, nevralgia, ipertensione, riniti, vertigini, acufeni, dolori intercostali, insufficienze cardiache, asma, irritazione, gastrite cronica, stipsi, diarrea,     reumatismi, stiramenti, distorsioni e contusioni, lombosciatalgia, dolori articolari, ansia, agitazione, depressione, ecc.), ma non è mai, in realtà, un intervento diretto alle singole patologie sommariamente elencate, ma al paziente considerato nella totalità della sua situazione energetica del momento.

45 min

La COPPETTAZIONE è una tecnica di aspirazione locale che utilizza delle coppette di diverse dimensioni a seconda della zona da trattare e può essere effettuata sia a caldo (si scaldano le coppette di vetro creando un sottovuoto che crei l’adesione alla cute) che a freddo (il vuoto viene creato tramite aspirazione o ventosa); questa pratica permette di muovere i ristagni di tossine e i blocchi energetici causa di numerosi squilibri e disturbi. Estremamente utili sia nei casi di dolori da contratture, infiammazione e rigidità che nei casi di fastidi persistenti e/o ricorrenti di cui non esiste una causa diagnosticabile come emicranie, disturbi del ciclo, stitichezza, stasi linfatiche ecc. Sempre più frequentemente viene utilizzata dagli sportivi per rimuovere le tossine muscolari dovute ai carichi di allenamento (il nuotatore Phelps alle olimpiadi di Rio fece parlare dei suoi segni sulle spalle), se praticata da mani esperte porta notevole beneficio anche durante i trattamenti estetici di tonificazione e anticellulite.

45 min

La MOXIBUSTIONE è una tecnica esterna di applicazione prolungato del calore su alcuni punti di agopuntura differenti a seconda del disturbo, tale calore viene prodotto facendo bruciare, in prossimità della zona da trattare, degli appositi sigari o coni di artemisia (una pianta medicinale - l'artemisia vulgaris - le cui foglie vengono appositamente essiccate, polverizzate e pressate), oppure dei sigari di carboncino. Particolarmente indicata in caso di dolori articolari e cervicali legati al freddo e all'umidità o in quelli di bronchite e asma, deve essere invece evitata in caso di febbre elevata, e su aree cutanee non integre. Sconsigliata sui bambini piccoli.