45 min

La tecnica di riequilibrio craniale nasce dalla pratica di ascolto dei movimenti dell’intera struttura del cranio; varie discipline come osteopatia, chiropratica e cranio-sacrale, molto note nel panorama delle terapie occidentali, sono fortemente legate ai movimenti delle ossa craniali e alla reazione dell’intera struttura corporea ad una minima modifica di esse; pochi però sanno che l’ascolto del cranio è praticato da lungo tempo anche in Medicina Tradizionale Cinese e Medicina Ayurvedica.

In queste discipline orientali l’ascolto del cranio è essenzialmente legato alla percezione dei movimenti e/o blocchi energetici che si manifestano con tensioni, immobilità e trazioni a livello della testa attraverso la struttura fasciale (sistema di membrane senza soluzione di continuità a tensione reciproca). Le manovre utilizzate nel trattamento di riequilibrio craniale sono molto delicate, correlate ai punti di agopuntura, punti Marma (Ayurveda) e si avvalgono  della respirazione quale motore di azione nel ripristino di un equilibrio esente da interferenze nel movimento della struttura craniale.

E’ un trattamento estremamente rilassante che può portare a stati di meditazione profonda con un’attivazione della percezione cosciente del Sé nel corpo.