L’essere umano è in grado, grazie alla struttura muscolo-scheletrica di cui è dotato, di camminare e muoversi, godendo della libertà di spostarsi e agire secondo desideri e necessità, ma affinché la struttura che sostiene la libertà di movimento si mantenga in buona salute, il movimento stesso diviene lo strumento indispensabile di questo mantenimento; infatti, in posizione statica, a meno che siate coricati, la pressione gravitazionale costante si focalizza su punti ben precisi creando, nel lungo periodo, infiammazione e assottigliamento dei tessuti deputati al sostegno ed ammortizzamento del peso del nostro corpo.

Camminata e corsa sono le soluzioni ideali proprio in virtù della nostra struttura, basti pensare che il muscolo flessore lungo dell’alluce risulta direttamente correlato con la regolazione del cortisolo (ormone dello stress) prodotto dalle ghiandole surrenali, per cui la sua attivazione tramite il movimento ci aiuta a trovare un corretto adattamento alle situazioni stressanti in cui siamo coinvolti.

 

Ma ci muoviamo correttamente?

 

Purtroppo, a causa della nostra elevata modernità con suoli rigidi su cui camminare e correre, scale mobili e ascensori, ecc., abbiamo disimparato ad utilizzare il nostro corpo al meglio della sua potenzialità, stritoliamo i nostri piedi in scarpe rigide, piatte o molto alte e dalle forme più strane, non si tiene conto che nell’appoggio plantare risiede la prima informazione neurologica di risposta a cui il nostro corpo cercherà una soluzione di equilibrio, innescando un adattamento posturale (tensioni e rilasci muscolari nelle catene cinetiche implicate nel movimento).

Andare in palestra e fare sport sono sicuramente una buona soluzione per contrastare la sedentarietà, ma sia per i più esperti che per i neofiti, consigliamo di dedicare una parte dei propri allenamenti  ad imparare a conoscere il proprio corpo ed ascoltare qual’è la postura più corretta da mantenere in un determinato esercizio e/o nella pratica di un determinato sport, affinché si possa ottenere il massimo beneficio senza danneggiare la propria struttura.

Sedute di gruppo o private di Pilates e Ginnastica Posturale, eseguiti con istruttori esperti e preparati, insegnano sia a chi desidera sgranchirsi un po’ che a sportivi di alto livello, come allenare al meglio la propria forza, elasticità e flessibilità ottenendo il massimo risultato dalla propria prestazione nel rispetto e con il pieno controllo del proprio corpo, soprattutto evitando infortuni.

Queste discipline non devono essere viste come ginnastica dolce, certo lo possono essere, ma affiancate ad un allenamento specifico di qualsiasi altro sport, aumentano la consapevolezza della propria struttura, dei propri punti di forza, dei propri limiti e di come migliorarsi.